ottobre 14, 2017

Come lavare maglioni e capi invernali senza infeltrirli o danneggiarli

image

Per fortuna esiste la lavatrice, vero? Pensa che incubo lavare tutti quei capi se non ci fosse!
Ma con tutti quei simboli per il lavaggio, a volte è la lavatrice stessa a trasformarsi in un incubo. Non si riesce mai a capire dove spostare il cursore o che programma selezionare o come asciugare e stirare per evitare di fare danni.

Niente paura!
Dopo aver letto questi consigli riuscirai a lavare ogni capo senza alcun problema.
Il mio consiglio è sempre quello di leggere l’etichetta, anche per ottimizzare i lavaggi e non rischiare di rovinare i capi.

Decifrare i simboli misteriosi
I simboli che trovate sulle etichette sono in verità li per aiutarvi a lavare tessuti diversi con le giuste precauzioni.
Partiamo con le cose semplici: in generale una linea sotto il simbolo significa che bisogna utilizzare un trattamento più delicato del normale.
Mentre una croce sopra al simbolo specifica che non può essere utilizzato il trattamento in questione, perché questo potrebbe danneggiarlo o rovinarlo irrimediabilmente. Se nel simbolo sono scritti dei numeri, stanno ad indicare i gradi massimi con cui deve essere effettuato quel trattamento.

Sappiamo tutti riconoscere con semplicità il simbolo del ferro da stiro. I puntini che troviamo a volte disegnati su di esso indicano la potenza del vapore massimo concesso.

Il lavaggio è indicato con un secchio con dentro dell’acqua. Ecco alcuni accorgimenti:

  • Il numero che a volte viene associato indica la temperatura massima tollerata dal tipo di tessuto.
  • La mano sta a significare che il capo va lavato solo a mano.
  • Se il simbolo è sbarrato significa che non può essere lavato con le normali tecniche (a mano o in lavatrice) ma bisogna portarlo in tintoria.

Il triangolo si riferisce alla candeggiatura (che serve normalmente per sbiancare i capi). In particolare:

  • Se ci sono due linee oblique significa che può essere utilizzata solo la candeggiatura ad ossigeno, la più delicata.
  • Il triangolo sbarrato come detto in precedenza significa che il capo non può essere candeggiato.

Il simbolo del cerchio nel quadrato rappresenta l’asciugatrice che sebbene sia un grande alleato soprattutto d’inverno, non sempre può essere utilizzata. Vediamo più nel dettaglio:

  • Un punto nel cerchio significa che i vestiti devono essere asciugati a temperatura ridotta.
  • Due punti indicano la possibilità di asciugare a una temperatura normale.
  • Il cerchio sbarrato indica che usare l’asciugatrice potrebbe rovinare il capo o provocare restringimenti dei tessuti e quindi il capo più “piccolo”.
lavare simboli

Gli altri simboli che trovate sono invece dei simboli specifici per il lavaggio del capo in tintoria.
Ecco qui un riassunto di tutti i simboli visti fino ad ora:

Dopo aver capito il significato dei simboli dei lavaggi, il Sarto vuole darti dei consigli utili per evitare spiacevoli sorprese e quindi mantenere i tuoi capi in modo perfetto:

  1. Non lavare mai la lana a temperature troppo alte (mai superare i 30°). Essendo un tessuto delicato può deformarsi se appesa quindi è sempre consigliabile stendere i capi di lana in orizzontale a rovescio e lontani da fonti di calore dirette.
  2. I colorati andrebbero sempre lavati e stirati al contrario, per proteggere cosi il colore ed evitare i pallini (pilling). I capi con applicazioni colorate lavarli possibilmente con acqua fredda.
  3. La stiratura dei capi colorati va effettuata con l’apposita protezione in plastica del ferro da stiro. Se non la disponete vi consigliamo di stirarli al contrario. Altrimenti si formerà un effetto “lucido” sopra il vostro capo preferito.
  4. Mettere al contrario anche capi con applicazioni particolari come borchie e strass.
  5. La seta e gli abiti con fodere vanno sempre a secco, mai trattarli con acqua.
  6. Evitare l’ammollo per qualsiasi capo che indossate a meno che non sia strettamente necessario in tal caso lasciarlo per massimo 5 minuti con acqua fredda e poi toglierlo e strizzarlo delicatamente subito. Il rischio è la scoloratura.
  7. La candeggina e l’ammorbidente entrano nelle trame dei tessuti, tenetene conto se soffrite di allergie o avete la pelle delicata.
  8. Se il capo è lasciato in ammollo per troppo tempo, nella candeggina tende normalmente a scolorarsi; fate quindi attenzione a detersivi troppo aggressivi.
  9. É preferibile strizzare i capi lavati a mano avvolgendoli in un asciugamano in modo da non deformare le fibre.
  10. È consigliabile non asciugare mai i capi di lana nel l’asciugatrice in quanto tendono a restringersi o formare pilling. Vanno asciugati all’aria e possibilmente al rovescio.
asciugare lana

Speriamo di essere stati il più chiari possibile e che questi consigli sui lavaggi possano portarvi beneficio. Se volete farci delle domande o vi serve un chiarimento potete scriverci qui saremo super disponibili per qualsiasi tipo di aiuto.

Vi auguriamo un tranquillo e sereno lavaggio e stiratura!

share: